News

Non dimentichiamoci di scrivere a mano: ecco perché è importante

Mamma e figlia fanno i compiti su carta

Domenica 12 febbraio si festeggia la giornata mondiale della scrittura a mano e vogliamo cogliere l’occasione per riprendere in mano la penna e riscoprire il piacere di scrivere a mano libera, lontano da schermi e tastiere che ormai monopolizzano la nostra scrittura. 

Se è vero che la tastiera QWERTY è comoda, veloce e intuitiva, non possiamo certo affermare che stimoli le stesse competenze neurologiche e motorie che vengono allenate scrivendo a mano. 

Il parere degli esperti: scrivere a mano rende più intelligenti?

“Lo scrivere a mano richiede una gestualità complessa, che stimola contemporaneamente gli impulsi sensoriali, motori e cognitivi” cita Edouard Gentaz, direttore scientifico dell’organizzazione di ricerca francese CNRS e professore di psicologia dello sviluppo all’Università di Ginevra.  

Questo è importante soprattutto per il processo di apprendimento dei bambini, che non usano la tastiera allo stesso modo con cui scriverebbero a mano: invece di combinare le lettere usando la memoria visiva sfruttando le capacità motorie fini, cliccano su un tasto, un movimento sempre uguale, che non dipende dalla lettera selezionata. 

Alcuni scienziati dichiarano al riguardo che abbandonare la scrittura a mano non riduce soltanto la capacità di lettura, ma anche quella di apprendimento. 

Anche le opzioni grafiche sono limitate: un computer non si può scrivere al contrario, o uscire dai margini, o sovrapporre o deformare quanto si sta scrivendo. 

 

Scrivere è un’azione tridimensionale, ma il pc la rende bidimensionale! 

In tutto ciò, la carta gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo cognitivo. Scrivere al PC o su uno schermo ci impedisce di ritagliare la carta, accartocciarla o strapparla: annulla qualsiasi tipo di azione tridimensionale. 

Anche a livello psicologico, i benefici della scrittura a mano sono ormai consolidati: non è un caso che il journaling sia una pratica sempre più diffusa tra i giovani. Scrivere a penna o a matita su un foglio i propri pensieri o i buoni propositi chiarisce le idee e aiuta nel raggiungimento degli scopi che abbiamo scritto. 

Quindi, prima di andare via dall’ufficio recuperiamo qualche foglio dalla stampante e facciamoci un regalo: scriviamo qualcosa a mano!  

Dicono faccia davvero bene, quindi perché non provarci?! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *